sarfati
Azienda Agricola Francesco Guccione - Monreale (PA)
  Azienda Agricola Francesco Guccione - Monreale (PA)

Francesco Guccione è l'anello più recente di una famiglia di antichissima tradizione agricola siciliana. In contrada Cerasa, nel territorio del comune di Monreale, i Guccione posseggono terre da secoli, e si dedicano a un'agricoltura diversificata. Oggi Francesco coltiva con metodo biologico e un iter biodinamico un'azienda di quasi 10 ettari, tra pascolo, seminativo e vigne. I vigneti coprono 5,80 ettari complessivi: il Catarratto, il Trebbiano, il Nerello Mascalese e il Perricone hanno contro l'arsura delle estati siciliane la protezione di un'altitudine amica (500 metri). Ufficialmente l'azienda è in conversione verso l'agricoltura biologica, anche se questa pratica è stata scelta una ventina d'anni or sono e i primi esperimenti di biodinamica datano da una decina di anni fa. Peraltro Francesco ricorda: "quando ho iniziato ad avvicinarmi alla biodinamica mi sono accorto che buona parte delle tecniche che essa applica sono state sempre utilizzate, qui, senza sapere che fossero biodinamiche…" 

La vinificazione avviene secondo tutti i crismi di un'opzione non interventista: niente lieviti esogeni, nessuna correzione di parametri enologici, fermentazione malolattica spontanea, pochi travasi, nessuna filtrazione. I solfiti sono utilizzati in dosi quanto più contenute possibile. Persino la chiusura delle bottiglie persegue la strada di una coerenza di fondo: il sughero usato per i tappi proviene rare sugherete locali, e il sigillo finale è realizzato con cera d'api.

"NM" Nerello Mascalese (vino rosso)

Vitigno: Nerello Mascalese 100%.
Vigneto: 
un unico appezzamento in contrada Cerasa – Potatura e resa media per pianta: Guyot.
Densità d’impianto: 4.000 piante/ettaro.
Suolo e sottosuolo: 
Medio impasto argilloso di colore bruno.
Vinificazione: 
Pigiadira spatura. Macerazione di 10-12 giorni. Fermentazione spontanea con lieviti indigeni. Follatura a mano. Vinificazione in tini di rovere. Affinamento nello stesso contenitore. Imbottigliamento a settembre seguente la vendemmia. 
Solfiti: 
n.d.
Quantità media prodotta: 
2.600 bottiglie.
Tipo di bottiglia e chiusura: 
Borgognona, tappo di sughero siciliano, copertura in cera d'api.

"C" Catarratto (vino bianco)

Vitigno: Catarratto extra-lucido ("stralustro" 100%.
Vigneto: un unico appezzamento in contrada Cerasa – 1 ha – altitudine 500 metri – esposizione est-ovest – età media delle piante 9 anni. 
Potatura e resa media per pianta: Guyot.
Densità d’impianto: 4.000 piante/ettaro.
Suolo e sottosuolo: Medio impasto argilloso di colore bruno.
Vinificazione: Pigiatura. Macerazione sulle bucce per 10-12 giorni. Fermentazione spontanea con lieviti indigeni in tini di acacia. Affinamento negli stessi contenitori. Travasi limitati. Imbottigliamento a ridosso della vendemmia seguente.  
Solfiti: n.d.
Quantità media prodotta: 4.000 bottiglie.
Tipo di bottiglia e chiusura: Borgognona, tappo di sughero siciliano, copertura in cera d'api.

"T" Trebbiano (vino bianco)

Vitigno: Trebbiano 100%. 
Vigneto: 
due appezzamenti in contrada Cerasa – 2,80 ha – altitudine 500 metri – esposizione est-ovest – età media delle piante 30 anni. 
Potatura: 
Spalliera e tendone potati a Guyot.
Densità d’impianto: 
4.000 e 1.100 piante/ettaro.
Suolo e sottosuolo: 
Argilloso e suoli bruni.
Vinificazione: 
Pigiatura. Macerazione sulle bucce per 2 giorni. Fermentazione spontanea con lieviti indigeni in vasca di acciaio (30 hl). Malolattica spontanea. Affinamento negli stessi contenitori sulle fecce fini. Travasi limitati. Imbottigliamento a ridosso della vendemmia seguente.  
Solfiti: 
n.d.
Quantità media prodotta: 
4.000 bottiglie.
Tipo di bottiglia e chiusura: 
Borgognona, tappo di sughero siciliano, copertura in cera d'api.

Altri vini:

"P" Perricone (vino rosso)
"BC" vino bianco (uve Trebbiano, Catarratto)
"RC" vino rosso (uve Nerello mascalese, Perricone)
Vino bianco "1213" (uve Trebbiano, assemblaggio delle annate 2012 e 2013) 

 
     
copyright Sarfati 2006