sarfati
Oscar Bissinger – Monreale (PA)
  oscar_bissinger

Dopo una prima giovinezza trascorsa a Stoccolma, dove è nato, Oscar Bissinger decide di trasferirsi a Palermo, città d’origine del padre, nel 2009. Proprio in Sicilia scatta la scintilla dell’amore per il vino. Nel 2015 Oscar incontra Francesco Guccione a Monreale, con il quale inizia un’avventura professionale che lo porta ad affiancare questo grande vignaiolo, acquisendo a poco a poco le competenze vitivinicole che una tale collaborazione apporta. 
Assai presto Oscar sente il crescente desiderio di produrre anche un proprio vino. E a questo punto è una seconda collaborazione, con un collega che coltiva Grecanico nei paraggi, a innescare la molla. Questo fidato rapporto di sinergia, basato su una viticoltura certificata bio, che fornisce regolarmente splendide uve a Oscar, gli consente di iniziare a vinificare, nella cantina di Guccione, una prima annata 2018, talmente incoraggiante da rendere stabile la produzione di questo Terre Siciliane Igt. 

In cantina, nessun artificio enologico: pigiadiraspatura meccanica, pressatura pneumatica, fermentazione spontanea affidata ai lieviti indigeni, leggera macerazione sulle bucce, chiarifica spontanea durante il lungo affinamento in acciaio. Assai ridotto e ponderato l’uso dell’anidride solforosa. Nasce così un Grecanico puro e vitale, dinamico e territoriale. 

Terre Siciliane Grecanico (igt)

Vitigno: Grecanico 100% 
Vigneto: 
Contrada Pietra Lunga, Monreale – 6 ettari – altit. 400 mslm – età 10 anni
Potatura: Guyot – Resa media 7 kg/ceppo

Densità d’impianto: 
4.000 piante/ettaro
Suolo e sottosuolo: 
Medio impasto argilloso 
Vinificazione: 
Pigiadiraspatura meccanica e pressatura soffice. Follature e rimontaggi secondo necessità. Fermentazione spontanea con chiarafica naturale di caduta durante l'affinamento, che dura solitamente 11-13 mesi in vasche in acciaio
Solfiti: 40 mg/l tot.; 15 mg/l libera
Quantità media prodotta: 2.500 bottiglie 
Tipo di bottiglia e chiusura: Borgognotta in vetro scuro con sughero monopezzo

 
     
copyright Sarfati 2006