sarfati
Azienda Agricola Rocca Rondinaria – Rocca Grimalda (AL)
  Lucesio Venturini, azienda agricola Rocca Rondinaria, e il suo Dolcetto di Ovada

È nel cuore della DOCG Ovada, a Rocca Grimalda, in provincia di Alessandria, che nel 2011 Lucesio VenturiniGiovanna De Rege e i loro figli hanno deciso di iniziare a fare pulsare il loro progetto vitivinicolo, interamente qualificato dalla scelta del biologico e della biodinamica, e partendo dal recupero di vecchi vigneti. Su soli due ettari attualmente in produzione (e altri 2,5 ettari in arrivo nei prossimi due anni), è nata l'azienda agricola Rocca Rondinaria, che ha sede nel castello locale, cui deve l'ispirazione del proprio nome.

Alla scelta di una viticoltura pulita, senza l'intervento di sostanze chimiche di sintesi e concimata con solo sovescio, non poteva che fare seguito una vinificazione di pari carattere, che esclude ogni additivo enologico ad eccezione di minimi quantitativi di anidride solforosa. I Dolcetti sono prodotti con un approccio della più virtuosa tradizione, frutto di fermentazioni spontanee e senza alcuna filtrazione. Nascono così bottiglie che – siano esse marchiate come Dolcetto di Ovada o come semplice Vino rosso –, riflettono sempre il più nitido stile espressivo di un Dolcetto genuino, autentico. 

Dolcetto di Ovada "Spessiàri" (doc)

Vitigno: Dolcetto 100%. 
Vigneto: località Bernarda, comune di Rocca Grimalda – altidudine 280/350 mslm – esposizione sud
Potatura e resa media per pianta: Potatura a guyot basso. Resa media per pianta: 1/1,5 kg
Densità d’impianto: 4/5.000 piante/ettaro
Suolo e sottosuolo: Rocce sedimentarie terrigene (tufo), sedimenti arenacei e marnosi 
Vinificazione: Vendmemia manuale. Diraspatura. Pigiatura. Fermentazione spontanea senza controllo della temperatura. Affinamento in tonneaux di terzo/quarto passaggio. Torchiatura manuale. Affinamento in bottiglia almeno 6 mesi.  
Solfiti: Totali: 40 mg/l
Quantità media prodotta: 938 bottiglie (annata 2014) 
Tipo di bottiglia e chiusura: Bordolese. Tappo di sughero. 

Vino rosso "Sibrà"

Vitigno: Dolcetto 95%, Ciliegiolo 5%. 
Vigneto: località Trionzo, comune di Rocca Grimalda – altidudine 280/350 mslm – esposizione sud-ovest – età media 50 anni
Potatura e resa media per pianta: Potatura a guyot basso. Resa media per pianta: 1 kg
Densità d’impianto: 3.000 piante/ettaro
Suolo e sottosuolo: Rocce sedimentarie terrigene (tufo), sedimenti arenacei e marnosi 
Vinificazione: Vendmemia manuale. Diraspatura. Pigiatura. Fermentazione spontanea senza controllo della temperatura. Affinamento in tonneaux e barrique di secondo/terzo passaggio per 15 mesi. Torchiatura manuale. Affinamento in bottiglia almeno 8 mesi.  
Solfiti: Totali: 40 mg/l
Quantità media prodotta: 1.266 bottiglie (annata 2013) 
Tipo di bottiglia e chiusura: Bordolese. Tappo di sughero. 

Vino rosso "Retrò"

Vitigno: Dolcetto 100%. 
Vigneto: località Trionzo e Vallegrande/Bernarda, comune di Rocca Grimalda – altidudine 280/350 mslm – esposizione sud/sud-ovest – età media 60 anni
Potatura e resa media per pianta: Potatura a guyot basso. Resa media per pianta: 1 kg
Densità d’impianto: 3/5.000 piante/ettaro
Suolo e sottosuolo: Rocce sedimentarie terrigene (tufo), sedimenti arenacei e marnosi 
Vinificazione: Vendememia manuale. Pigiatura. Fermentazione spontanea senza controllo della temperatura. Macerazione con i raspi in vasca chiusa senza rimontaggi. Affinamento in tonneaux di secondo/terzo passaggio per 12 mesi. Torchiatura manuale. Affinamento in bottiglia almeno 6 mesi.  
Solfiti: Totali: 40 mg/l
Quantità media prodotta: 172 bottiglie (annata 2013) 
Tipo di bottiglia e chiusura: Borgognona. Tappo di sughero. 

Altri vini:

Ovada "Gesusio" (docg – uve Dolcetto)

 
     
copyright Sarfati 2006